GPS: un localizzatore sul telefonino. Conosco ogni tuo spostamento

24Set08

Un localizzatore GPS per seguire gli spostamenti dei figli o delle persone più deboli. Il sistema, realizzato dall’italiana Ubiest, permette, grazie ad un telefono cellulare, ad un’interfaccia web ed ad un box GPS, GSM o GPRS applicato al telefono, di controllare i movimenti dei figli o delle persone care.

Un allarme vi segnalerà se i vostri piccoli escono dal giardino di casa o se si allontanano da scuola durante le ore di lezione. Dato che il Box è in grado di rilevare la velocità di spostamento sarà possibile anche controllare le evoluzioni dei vostri provetti Schumacher.

“UbiSafe regala alle famiglie la tranquillità di sapere in ogni momento dove sono i propri cari.”
Questo lo slogan sul sito dell’azienda. Vista in questo modo nulla di ineccepibile. Ma superato l’entusiasmo iniziale, personalmente, nascono spunti di riflessione preoccupanti.

Si pensa che nel 2011 il mercato della geolocalizzazione conterà 55 milioni di utenti. Ma che mondo sarà? E’ impensabile che le grandi aziende telefoniche installino ed incorporino più o meno tacitamente i dispositivi di localizzazione nei loro apparecchi cellulari? E’ impensabile che l’abitudine al servizio renda più accettabile la possibilità di essere controllati o potenzialmente rintracciati? E’ impensabile che l’abitudine non fiacchi la nostra voglia di indipendenza o incrini l’attuale concezione di libertà?

PENSIAMOCI

Foto | Flickr



One Response to “GPS: un localizzatore sul telefonino. Conosco ogni tuo spostamento”

  1. Penso che se rimanessi sepolta viva sotto le macerie di un palazzo crollato (inquietante) non mi dispiacerebbe avere un localizzatore nel mio cellulare…
    Ma penso anche che sono terribilmente infastidita dallo stesso cellulare che, per strani casi della vita e della tecnologia, riceve fax da sconosciuti disturbandomi al lavoro…



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: