Pedofilia, in Italia un primato vergognoso

10Nov08

webSecondo il rapporto mensile dell’Osservatorio del Telefono Arcobaleno l’Italia è al 5° posto della triste classifica dei paesi del G8 per la pedofilia on line. L’Europa sembra essere l’epicentro del consumo di pedopornografia, con una domanda che cresce di anno in anno. Germania, Usa, Russia, Regno Unito, Italia, Canada, Francia, Giappone sono i primo otto consumatori di pedofilia on line.

In Italia i consumatori sono triplicati dal 2004 con un incremente del 188%. Ed è triste che il mercato dell’orrore abbia trovato nella rete un alleato in grado di garantire anonimato e facilitare i contatti. Intanto Facebook, da sempre impegnato nella lotta contro la pedofilia, lo scorso mese, ha aderito al KIDS, Keeping the Internet Devoid of Sexual Predators Acts, la politica di Bush per tenere lontani dai social network i predatori di minori. Ma non mancano le risposte interne dalla rete per dire “stop alla pedofilia”.

Deterrenti, soluzioni parziali per eliminare un problema orrendo. Una vergogna che avrei preferito non dover segnalare. Chiudo. Disgustato.

Foto | Flickr

Reblog this post [with Zemanta]


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: